Il pattinatore su ghiaccio Johnny Weir fa coming out: sono gay


L'anno scorso avevamo parlato di Johnny Weir e dei commenti acidi che alcuni giornalisti televisivi avevano pronunciato a proposito del suo costume di gara.

Che Weir - atleta di punta del pattinaggio di figura - fosse o potesse essere gay lo pensavano in molti (non ci voleva tanto) e alcuni lo avevano anche detto; adesso però è lui stesso a fare coming out. In un'intervista al settimanale People, Johnny ha anticipato alcune rivelazioni contenute nella sua autobiografia, di prossima uscita, Welcome to My World.

Finalmente il pattinatore 26enne , che per tre anni è stato il numero uno degli Stati Uniti e si è classificato 5° alle Olimpiadi di Torino e 6° a quelle di Vancouver, ha reso pubblica la propria omosessualità mettendo fine a lunghe chiacchiere e speculazioni; e ha spiegato che lo hanno spinto a questo passo anche i recenti suicidi di giovani gay, oppressi dalla difficoltà di vivere la propria omosessualità.

Johnny racconta, tra le altre cose, che da piccolo veniva spesso scambiato per una bambina e che poi a scuola aveva dovuto abituarsi ad essere chiamato "omosessuale" o "frocio"; e fa riferimento anche a una relazione clandestina con un altro pattinatore, indicato solo come Alex. Vista la difficoltà di trovare gay dichiarati nel mondo dello sport, fa piacere che un altro atleta di livello assoluto smetta di nascondersi e possa diventare magari un modello per tanti adolescenti e ragazzi gay in tutto il mondo.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: