Alfonso Signorini contro Elton John: “Sono d’accordo con Benedetto XVI. I gay non dovrebbero diventare genitori”


Alfonso Signorini ha 46 anni e lavora come giornalista. La sua professione la svolge su più media: radio, tv e carta stampata. Signorini non hai mai negato la sua omosessualità. In più di un’occasione ha dimostrato essere persino il rappresentante di uno stereotipo.

Secondo Gianni Vattimo, filosofo e politico, il giornalista è “una zia travestita da zia”. Molti lettori di Queerblog si sono schierati dalla parte di Vattimo che a sua volta rappresenta un altro stereotipo. Fino a pochi fa l’esponente dell’Idv amava un cubista ventenne. Vattimo ha 75 anni.

Tra uno stereotipo e l’altro Signorini ha pensato bene di condividerne un terzo con il suo pubblico. Su Sorrisi.com, il sito dell’omonima rivista che dirige, ha condannato Elton John e la sua recente paternità. Secondo il giornalista la pop star ha negato al figlio una figura materna.

“Non ho niente contro Elton John, che conosco e stimo non solo come cantante. Ma il modo in cui è diventato padre francamente non lo condivido: ha preso una donna «in affitto» per avere un erede. Suo figlio non potrà contare sulla figura veramente insostituibile per un bambino: quella della madre.

Sono sicuro che Zachary crescerà in una famiglia che lo ama e che fortunatamente può offrirgli una vita senza preoccupazioni economiche. Ma tanto amore e tanti soldi secondo me non basteranno mai a nascondere la mancanza di una madre. Perciò sono d’accordo con Papa Benedetto XVI quando afferma che i bambini devono crescere in una famiglia dove ci sono un papà e una mamma”.

In democrazia ognuno può esprimere il proprio parere. La libertà di parola non può precludere le altre. Ogni persona, al di là del proprio orientamento sessuale, deve avere l’opportunità di poter scegliere. Signorini è libero di rinunciare ad una famiglia propria. Anche gli altri gay però devono avere questo diritto di scelta. A loro l'opzione è negata dallo Stato.

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: