Gianni Vattimo contro Alfonso Signorini: “Zia travestita da zia”


Gianni Vattimo ha 75 anni. Prima di dedicarsi alla politica, nel 2009 è diventato un europarlamentare per l’Italia dei Valori, è stato un insegnante e un filosofo. Vattimo non ha mai nascosto la propria omosessualità. Nel 2005 ha persino ammesso una relazione con un cubista molto più giovane di lui.

Vattimo è da sempre considerato uno serio. Lui stesso, prima di raccontare della storia d’amore con un ventenne, ha cercato di costruirsi un’aura di autorevolezza imponendosi al grande pubblico come il rappresentante di quell’élite nata per emancipare la maggior parte dei cittadini dall'ignoranza.

Da uno come Vattimo ci si aspetta un po’ di contegno anche nelle situazioni più trash. Ieri alla Zanzara, il programma di Radio24, l’uomo ha tradito le aspettative e contro Alfonso Signorini, gay dichiarato come lui, ha sfoggiato un ragionamento che tanto lo accomuna agli omosessuali isterici di cui ha preso le distanze, ufficialmente, per tutta una vita:

“Alfonso Signorini non ha bisogno di coming out. Sembra una zia travestita da zia. Signorini non è interessante né come oggetto sessuale né come persona a cui somigliare. Il rifiuto credo che sia reciproco. Signorini ha ben altro per le mani. Suppongo che si circondi di grossi atleti che gli fanno da escort. Dato che il suo maestro (Silvio Berlusconi, ndr.) ha tutto questo giro di escort donne suppongo che sia una persona introdotta”.

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: