Carlo Giovanardi: "Le associazioni gay che difendono Elton John sono come i nazisti"


Carlo Giovanardi, sottosegretario alla Famiglia, è stato intervistato da Klaus Davi. Al giornalista ha spiegato perché non condivide la paternità di Elton John. Il giorno di Natale il baronetto insieme al marito David Furnish è diventato il padre di Zachary.

Secondo Giovanardi il cantante non può essere un bravo genitore a gay nello stesso momento. L’esponente politico non è la prima volta che offende le famiglie omosessuali (qui l’intervista a Giuseppina La Delfa, presidente di Famiglie arcobaleno).

L’omofobia di Giovanardi è stranota e logorata. I mass media tradizionali ormai non si occupano più dell’esponente politico e della sua omofobia. Giovanardi ormai riesce a conquistarsi un piccolo spazio solo sui i siti gay. Per raggiungere l’arduo obiettivo prova di tutto. A Klaus Davi ha persino detto che le associazioni omosessuali che difendono la paternità di Elton John incarnano i valori del nazismo che perseguitò i gay.

“Nel difendere il diritto di Elton John di concepire in tal modo un bambino, le associazioni gay più oltranziste finiscono con l’iscriversi alla scuola positivista del ‘900 che teorizzava questo tipo di eugenetica, che poi è stata ripresa in molti aspetti dal nazismo”.

Giocata la teoria del nazismo a Giovanardi restano ancora pochi colpi. Se la prossima volta che parla di gay cita Satana vuol dire che è fatta. Ha finito tutti i suoi stupidi argomenti. Anche al peggio c’è un limite.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: