Gay e lesbiche: verità e miti sui loro salari

Uno dei miti più diffusi sui gay è che siano in genere benestanti, spendano molto e abbiano molti soldi a disposizione: il famoso "due stipendi, zero figli". In realtà le cose non stanno proprio così e un ricercatore, Joe Clark, si è preso la briga di analizzare gli studi che affrontano la questione, per arrivare a una conclusione sorprendente.

Gli uomini gay, a quanto pare, guadagnano meno rispetto alla media maschile eterosessuale; al contrario le donne lesbiche guadagnano di più, spesso sensibilmente di più, rispetto alle donne eterosessuali.

È una questione di discriminazioni o di maschilismo? Secondo Clarks no: è il frutto di scelte deliberate, compiute mediamente dalla maggioranza dei maschi gay e delle donne lesbiche. I primi hanno in genere un grado di educazione scolastica più alto della media, ma scelgono per lo più lavori dominati dalle donne e meno pagati rispetto a quelli dove sono presenti più uomini. Per di più i maschi gay lavorano in media meno ore rispetto agli etero: forse perché si godono di più il tempo libero?

Al contrario le donne lesbiche hanno un'educazione più elevata rispetto alla media, ma sono presenti in ruoli ricoperti generalmente da uomini, quindi meglio pagati. Per di più lavorano più ore rispetto alle donne eterosessuali: forse, immagino, perché in media hanno meno figli. Certo: se anche la ricerca non evidenzia discriminazioni contro gay e lesbiche, conferma che le donne, in genere, e i loro lavoro sono pagati peggio e in parte discriminati rispetto ai maschi.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: