Regno Unito. La regina premia Aslie Pitter, calciatore e gay

Aslie Pitter è gay e gioca a calcio. Negli anni novanta Pitter si è ritirato. Da allora si dedica al Stonewall FC, la prima squadra di calciatori omosessuali della Gran Bretagna. L’uomo ha iniziato a combattere l’omofobia ben prima che l’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità, stabilisse che l’omosessualità non è una malattia.

Il lodevole impegno di Pitter è stato premiato dalla Regina. Elisabetta II ha riconosciuto all’uomo il lavoro fatto per aiutare gli omosessuali attraverso lo sport. Pitter alla stampa ha spiegato che essere gay e nero negli anni ottanta non è stato semplice.

La scorsa estate, in occasione degli Euro Games, abbiamo parlato con Paolo Colombo, giornalista de la7, di calciatori gay. Di seguito un piccolo estratto di quell’intervista che trovate qui.

"Non immaginate neppure quanti gay non dichiarati o bisex sono tifosi accaniti di calcio. Conoscevo più di un ultras che ha una doppia identità, alla domenica ultras scatenato, di quelli che si pestano e vanno allo stadio solo per fare casino. Durante la settimana gay a tutti gli effetti".

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: