Approvata la mozione anti-omofobia a Palermo

Stefania Mufarò è un’esponente politico del Popolo della Libertà. A Palermo, dove vive, è un consigliere comunale. Nei mesi scorsi ha lavorato con l’Arcigay locale. Insieme hanno redatto una mozione anti-omofobia, approvata dal Comune. Palermo è la prima grande città italiana ad approvare un provvedimento di questo tipo.

Il raggiungimento di questo importante obiettivo ci suggerisce due considerazioni. La prima riguarda il colore politico di chi con Arcigay ha lavorato affinché Palermo avesse una mozione contro l’omofobia.

Stefania Mufarò è del Pdl, il partito di Silvio Berlusconi, il presidente del Consiglio che non perde occasione per dimostrarsi omofobo. L’impegno di Mufarò testimonia che non tutta la destra è omofoba. D’altronde anche la sinistra non è più e del tutto gay-friendly. La scomparsa di un interlocutore politico preciso è un bene per gli omosessuali italiani?

Con Stefania Mufarò ha lavorato Arcigay Palermo che per far approvare una mozione contro l’omofobia ha lavorato con altre 50 associazioni. Insieme si può cambiare. In tutti questi anni il movimento omosessuale invece di compattarsi si è frammentato come i partiti della prima Repubblica.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: