Tim Hardaway e l'omofobia nella Nba

In risposta al coming out di John Amaechi, cestista che ha dichiarato la propria omosessualità nell'autobiografia "Man in the middle", uscita il 13 febbraio, Tim Hardaway, ex stella Nba, ha dato voce in un'intervista radiofonica a tutta l'omofobia che ha dentro:

Io odio i gay e voglio che si sappia, non mi piace stargli vicino. Sono omofobico.

John Amaechi ha replicato con tranquillità dalle colonne del Miami Herald:

Mi viene da ridere. Finalmente qualcuno che è onesto. Le dichiarazioni di Hardaway sono inqualificabili ma hanno il merito di essere sincere, e illustrano il problema di cui parlo meglio di qualsiasi discorso.

Come nota il giornalsta di La Repubblica:

La questione dell'omosessualità nel mondo dello sport professionistico è spinosa. Gli atleti gay sono renitenti a dichiarare le loro preferenze sessuali per timore di essere giudicati dai compagni o dai loro tifosi. Tra gli atleti professionisti e omosessuali pochi hanno avuto il coraggio di dichiararsi, tra questi si ricorda la tennista statunitense Martina Navratilova, il tuffatore Usa Greg Louganis o il giocatore australiano di rugby, Ian Roberts.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: