A scuola contro bullismo o omofobia

E' iniziato ieri a Roma un corso per insegnanti per combattere bullismo e omofobia a scuola, patrocinato dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Roma e con il contributo dell’I.T.C.G. Alberti di Roma (luogo dove si svolge il corso).

Il progetto, promosso dal Circolo Mario Mieli che da anni realizza interventi di informazione e formazione nelle scuole superiori, si rivolge agli insegnanti e vuole fornire strumenti educativi atti a prevenire episodi di bullismo, machismo e di omofobia, associati a pregiudizi sull’orientamento sessuale, sulla diversità di genere e sulla diversità in generale. Il corso è coordinato dal Prof. Andrea Pini; le docenze saranno curate dal Dr. Luca Pietrantoni, psicologo, dal Prof. Francesco Gnerre, e dalla Prof.ssa Claudia Toscano dell’Agedo, Associazione genitori di omosessuali.

Il pregiudizio su gay lesbiche e transessuali/transgender, nonostante i passi avanti di questi ultimi anni, nel nostro Paese è ancora fortemente radicato nella cultura e nelle relazioni sociali e determina l’estrema vulnerabilità, all’interno del gruppo, di soggetti "deboli" quali possono essere ragazzi e ragazze adolescenti che scoprono il proprio orientamento sessuale. Spesso le vittime non si percepiscono come tali, ma, a causa del giudizio sociale negativo, piuttosto come colpevoli. Ciò fa sì che le violenze, siano fisiche o psicologiche, spesso non vengano denunciate, ed il più delle volte vengono riconosciute e dichiarate solo a distanza di anni. E’ stato confermato da molteplici studi, inoltre, che un giovane omosessuale ha probabilità estremamente più alte di tentare il suicidio rispetto a un suo coetaneo eterosessuale. La necessità di interventi di informazione e sensibilizzazione finalizzati a combattere la discriminazione o la violenza contro gli adolescenti omosessuali è già stata riconosciuta dalla Commissione Europea, che in più occasioni ha supportato progetti di intervento nelle scuole rivolti sia ad insegnanti che ad alunni nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria Daphne, finalizzata alla lotta contro ogni forma di violenza ("Who are these girls, these boys").

Un'occasione preziosa per combattere da dentro pregiudizi e violenza, e fornire strumenti validi a chi ha in mano l'educazione dei ragazzi. Tutte le informazioni le trovate qui.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: