Vent'anni senza Andy Warhol

Se n'è andato vent'anni fa l'artista più famoso e discusso del XX secolo. Era nato nel 1928 a Pittsburg, in Pensylvania, da una famiglia di origine polacca. Dal 1949 la sua città fu New York e a partire dall'ambiente underground della città impose a tutto il mondo le sue idee in fatto di arte, di cinema, di stile, di musica. Andy Warhol è stato un arbiter elegantie più che un semplice artista, un catalizzatore di energie capace di influenzare l'intera cultura di massa, di cui è figlio e geniale interprete.

Dopo essere scampato a un clamoroso tentativo di omicidio nel 1968 a opera di Valerie Solanas, visse altri vent'anni, per morire nel 1987 in seguito a un intervento chirurgico alla cistifellea. Era il 22 febbraio.

La comunità omosessuale lo venera e ne piange la mancanza e in tutto il globo si moltiplicano le inziative per ricordarlo, mostre, pubblicazioni, cerimonie, programmi televisivi e radiofonici, eventi, convegni, serate. Potete farvene un'idea leggendo qui. Noi di queerblog, che abbiamo adorato l'ultima mostra a lui dedicata al Chiostro del Bramante di Roma, gli tributiamo un caloroso saluto e aspettiamo che arrivi in Italia "Factory Girl", il film sulla sua amica e musa Edie Sedgwick.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: