In Uganda si spera che il manifesto contro i gay possa diventare presto legge. E intanto i morti aumentano

david bahati

Nessun passo indietro per l'Uganda nei confronti dei gay. Lo scandalo e il clamore per le 'liste di proscrizione' contro gli omosessuali, stampata sul loro 'Rolling stone' locale, con elenco di nomi, foto e indirizzi dei presunti 'colpevoli' non ha modificato il loro pensiero. È lo steso David Bahati, membro del Parlamento, a parlarne:

Siamo davvero fiduciosi per questa parte della legislazione di cui abbiamo bisogno per proteggere la famiglia tradizionale qui in Africa e anche il futuro dei nostri figli. Ogni singolo giorno della mia vita sto lottando per farlo accadere.

La legge prevede pena di morte per chi viene scoperto a fare sesso con minori o malato di Aids e carcere a vita per gli altri. Anche coloro che non riporteranno informazioni certe sull'omosessualità di qualcuno potranno essere accusati e subire pene severe. Dopo il servizio apparso sulla loro rivista, pare che almeno 4 persone siano già state aggredite, mentre molte altre sono state costrette alla fuga e a nascondersi. L'editore del giornale si è difeso dicendo che è suo dovere mostrare pubblicamente dove e come si nasconde il male, nella società.

Infine, una donna lesbica è stata uccisa, circondata nella propria casa da numerosi aggressori che hanno iniziato a lanciare pietre contro di lei, fino ad ammazzarla.

Via | Cnn

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: