Idv propone progetto di legge contro l'omofobia: per Di Pietro non si deve più rimandare

antonio di pietro omofobia

Antonio Di Pietro, Franco Grillini e Massimo Donadi hanno presentato ufficialmente una proposta di legge per inserire il reato contro chi compie discriminazione o violenza solo per questioni legate ai gusti sessuali. Lo stesso Di Pietro ha spiegato l'urgenza necessaria per questo intervento, ricordando il caso avvenuto nel suo stesso partito ad Alassandro Cresci, proprio poco tempo fa:

"Esistono tante forme di discriminazione razziale e quella dell’omofobia è tra le peggiori perchè non la si vuole affrontare, viene sempre rinviata al giorno dopo o si fa finta che non esista. L’omofobia è un comportamento troppo spesso tollerato e attraversa la società in tutti i suoi strati sociali e le sue appartenenze politiche. Anche Idv ne è stata vittima e testimone perciò abbiamo messo al primo posto la parità dei diritti di tutti. E’ il momento di mettere all’ordine del giorno in Parlamento un problema che attiene all’eguaglianza dei diritti”

Di Pietro ha poi elencato i dati di violenza sempre più numerosi: nel 2010 2 omicidi, 29 aggressioni, 7 atti vandalici, e ben 5 dichiarazioni istituzionali. Infine, dal 2006 al 2010, gli omicidi sono stati 37, 194 le aggressioni, per un totale di 308 episodi. Ha quindi sfidato ad approvare al più presto questa modifica, appellandosi proprio al Parlamento:

"Siccome il Parlamento non sa cosa fare e ormai veniamo un paio d’ore a settimana si discuta di questa legge che non costa niente e non ha bisogno dell’avvallo del ministro Tremonti. E’ una legge di civiltà, semplice e rapida che propone di aggiungere alla legge già esistente, la Reale-Mancino, il reato per motivi di orientamento sessuale, quindi contiene un aspetto repressivo ma anche preventivo perchè vieta le associazioni che incitino alla violenza per motivi di orientamento sessuale"

Via | Virgilio

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: