Parroco di Fiume: "Bravi i belgradesi che si sono opposti al Gay Pride e a quei malati di mente!"

Franjo Jurcevic gay pride Parole assolutamente cristiane e piene di carità e comprensione che arrivano direttamente da Franjo Jurcevic, parroco dell'arcidiocesi di Fiume. Il religioso, a quanto pare colmo del noto bene per il prossimo, ha commentato così le violenze avvenute al Gay Pride, a distanza pure di pochi giorni dalla guerriglia scoppiata a Genova per la partita Italia-Serbia:

"Vorrei dire bravo ai belgradesi normali che si sono opposti a questa manifestazione. Gli omosessuali, questi mostri morali e psicopatici, iniziano a dominare nei media, nei luoghi pubblici e nelle istituzioni"

Non abbastanza soddisfatto, ecco una critica anche verso la polizia, colpevole di essere intervenuta:

"I belgradesi hanno mostrato cosa pensano di questi malati di mente" mentre le forze dell'ordine non avrebbero dovuto intervenire per sedare gli scontri. In questo modo, infatti, i poliziotti hanno di fatto impedito alla "gente normale di farsi due chiacchiere con i malati"

Mentre vi ricordo che esiste la moderazione nel blog e di non farvi prendere da un'eventuale 'foga' nel commentare questa notizia, resto sempre più allibito di fronte a questa violenza verbale che continua, imperterrita, a circolare, proprio da coloro che dovrebbero più rappresentare Dio e la religione. E ci si chiede dove siano davvero i malati in tutta questa disgustosa vicenda...

Via | Gexplorer

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: