Scontri Italia-Serbia: ecco il commento di Vladimir Luxuria

vladimir luxuria

"In Italia non solo manca una legge sull’omofobia ma e’ stata sottovalutata la potenzialita’ aggressiva della tifoseria omofoba ultranazionalista serba, la stessa che solo domenica scorsa ha tentato di bloccare lo svolgimento del Gay Pride a Belgrado con lancio di bottiglie molotov, mattoni e bastoni, ferendo oltre 100 poliziotti, devastando le sedi del partito democratico socialista, facendo irruzione nello stesso Parlamento serbo"

Questa è la presa di posizione di Vladimir Luxuria, che parla degli scontri dell'altra sera, a Genova, per la partita Italia Serbia e relaziona gli atti di violenza generica (anche omofoba), forse sottovalutati in entrambi i casi. L'ex politico coglie l'occasione per cercare di scuotere le coscienze dei politici (sordi alle richieste del popolo Lgbt), ricordando quanto la violenza di certa gente, verso il diverso, possa non essere solo limitato all'omosessualità:

"L'Italia e l'Europa devono preoccuparsi dell'omofobia di tanti paesi dell'Est, dall'Estonia alla Bielorussia, da Belgrado a Mosca dove sono stata picchiata nel 2007 per aver partecipato al Gay Pride. Gli omofobi aggressivi non sono solo un pericolo per i gay ma per tutta la società, dove il diverso può essere anche un tifoso avversario e rimetterci la vita come e' già accaduto a Tolosa a un tifoso francese"

Basterà a far riflettere questa considerazione? Io ho i miei dubbi...

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: