Omofobia a New York: nove ragazzi sequestrano tre uomini gay, torturandoli e sodomizzandoli

omofobia new york

La notizia ha sconvolto New York e l'America: nove ragazzi hanno sequestrato in una casa disabitata della città 3 persone, colpevoli di essere gay. Gli aggressori, giovani tra i 16 e i 23 anni che si fanno chiamare Latin King Goonies, hanno rinchiuso per ore, le vittime in questo luogo isolato, dopo averle attirate con una banale scusa.

Il primo è stato un diciassettenne, visto più volte in giro con un uomo gay, e quindi al centro del sospetto. Attirato nella casa, è stato picchiato e sodomizzato con una mazza a baseball fino a quando, tra le lacrime, ha ammezzo di avere una relazione gay con la persona vista insieme a lui. A quel punto è stato lasciato libero. Successivamente, un altro ragazzo è stato rinchiuso tra le mura e pestato a sangue, fino a quando ha confessato di avere una storia, anche lui, con lo stesso trentenne omosessuale. E a quel punto, la ferocia è scattata verso l'uomo...

Ingannandolo con un falso invito ad una festa, quando si è presentato è stato trascinato all'interno, costretto a denudarsi, legato ad una sedia, sodomizzato e torturato con sigarette accese. Infine, l'hanno costretto a bere ben 10 lattine di liquore al malto, che lui stesso aveva portato per la festa. Gli hanno poi rubato le chiavi di casa dalla tasca, sono andati a casa del fratello e l'hanno minacciato, mentre rubavano il televisore di casa e si facevano consegnare, dallo stesso, 1000 dollari in contanti.

7 ragazzi sono stati arrestati, mentre la polizia continua ad indagare nel Bronx, quartiere in cui è avvenuta questa lunga notte di terrore e violenza omofoba, per incriminare anche gli altri due delinquenti.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: