Fabrizio Corona: “Qual è il reato che scandalizza l'Italia? L'omosessualità?”

Fabrizio Corona: �Qual è il reato che scandalizza l'Italia? L'omosessualità?�

Dopo le dichiarazioni di Lele Mora su una presunta storia con Fabrizio Corona si è alzato un prevedibile vespaio. È intervenuta anche l'ex moglie di Corona, Nina Moric, che ha affermato di aver sempre avuto sospetti di una doppia vita di Fabrizio. Alla fine, anche Corona ha detto la sua e l'ha fatto dai microfoni di Striscia la notizia, in occasione della consegna del tapiro da parte di Valerio Staffelli.

Al di là della “simpatia” o meno del personaggio, Fabrizio Corona ha detto una cosa molto sensata:

“Sono su tutti i quotidiani italiani per una notizia che non è una notizia. Qual è il reato che scandalizza l'Italia? Che uno è omosessuale?”

In fin dei conti questo è il nocciolo della questione: l'omosessualità sempre vista come qualcosa di scandaloso e, per quanto possibile, da “usare contro”. Sia nel servizio di Striscia (con le risate al momento giusto e le dubbie battute di Staffelli) che anche in qualche commento qui su Queerblog si lascia serpeggiare il dubbio che, nel caso in cui la storia sia vera, Corona sarebbe “meno maschio”.

È evidente che in Italia l'omosessualità viene sempre considerata infamante. Fabrizio Corona, in passato, si era espresso in maniera molto diretta circa la capacità che lui ha di usare le persone in quanto “fonte di reddito”. E questo gli ha attirato le antipatie di molti benpensanti, senza riflettere che un po' tutti seguiamo questo principio. Il quadro infamante si completa ora con l'accusa di omosessualità. Sarebbe come dire: antipatico, immorale e pure gay.

Non voglio dire che Corona sia una colomba di innocenza, ma mi sembra che, almeno finora, l'omosessualità non sia reato in Italia.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: