USA: 1 gay su 5 è sieropositivo

Usate il condom!I dati dello studio del CDC – Centers for Disease Control and Prevention – sono sconfortanti: il 19% dei gay che vivono nei ventuno maggiori nuclei urbani degli USA sarebbe sieropositivo (sono stati presi in esame 8.153 uomini). Per la precisione il rapporto parla di “uomini che fanno sesso con uomini”, quindi non solo gay, ma anche bisessuali e quelli che si dicono “etero curiosi”.

Seguendo in maniera bruta i numeri, risulta che l'incidenza della sieropositività fra gli uomini che fanno sesso con uomini è costituita da afroamericani (28%), ispanici (18%) e infine “bianchi” (16%). È sempre il gruppo degli afroamericani ad essere il più cospicuo nel non essere conscio della situazione: il 59% degli afroamericani, infatti, non sa di essere sieropositivo, seguito dal 46% degli ispanici e dal 26% dei bianchi. Guardando, poi, l'età, i dati si fanno ancora più tristi, dal momento che il 63% degli uomini sieropositivi dai 18 ai 29 anni non sa di esserlo, mentre sopra i 29 anni la percentuale scende al 37%.

Carl Schmid, dell'AIDS Institute – una ONG –, così commenta:

Queste nuove allarmanti evidenze forniscono ulteriori prove che gli sforzi fatti nella prevenzione in ambito maschile non sono stati sufficienti e vanno intensificati. La gravità dell'impatto dell'HIV sulla comunità gay non è una novità: è mancata, però, una risposta adeguata sia da parte del nostro governo – a livello federale, statale e locale – sia da parte della stessa comunità gay.

Tra i fattori che spiegano una tale situazione vanno annoverati l'efficacia degli ultimi ritrovati medici (che hanno fatto diminuire il senso di paura e la percezione della gravità dinanzi all'infezione), la discriminazione sociale e culturale e l'uso di droghe.

Come ben sappiamo le statistiche vanno sempre contestualizzate e valutate cum grano salis (e nel caso di questo studio qualcuno ha fatto notare come il campione scelto non sia stato propriamente neutrale), ma questo non vuol dire che si debba abbassare la guardia.

IL CDC raccomanda a tutti gli uomini che hanno sesso con altri uomini di fare il test HIV almeno una volta all'anno; se, poi, si hanno relazioni con più partner e si fa ricorso a droghe il test va fatto ogni 3 o sei mesi. Anche noi di Queerblog ci uniamo a questa esortazione: godiamo pienamente del sesso, ovviamente, ma, per favore, ragioniamo con la testa (quella posta sul collo)!

Ricordatevi, inoltre, di indossare sempre – e ripeto sempre – il preservativo: se volete, ripassatevi le dieci regole per l'uso del profilattico che vi abbiamo proposto e ricordatevene quando state per fare un incontro bollente!

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: