La Presidente dell'Irlanda declina l'invito per il St. Patrick's Day NYC per solidarietà con i gay

Mary McAleese, Presidente dell'IrlandaMary McAleese (in foto), Presidente dell'Irlanda, ha rifiutato (o, come si dice in questi casi per farlo sembrare meno “duro”, ha declinato) l'incarico di “grand marshall” per la sfilata della Festa di San Patrizio del prossimo anno a New York. Pare che tale decisione della McAleese sia dovuto al continuo rifiuto da parte degli organizzatori dell'evento di far sfilare anche le organizzazioni lgbt.

Come sapete la Festa di San Patrizio cade il 17 marzo è la celebrazione più importante della comunità irlandese e l'anno prossimo New York celebrerà la la sfilata del 250°. È per questo che gli organizzatori hanno pensato bene di invitare la Presidente dell'Irlanda che, però, non ha accettato per l'omofobia che caratterizza tale evento da oltre vent'anni.

La Presidente, che in Patria è in buona sintonia con i collettivi lgbt, pur avendo fama di cattolica conservatrice, si sta distinguendo per il lavoro a favore delle minoranze, quelle sessuali incluse. Questo è quello che significa essere presidente di tutto un popolo!

Gli organizzatori della sfilata newyorkese stanno ora pensando di invitare l'arcivescovo della Grande Mela, Timothy Dolan, ad aprire il corteo. Accetterà?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: