Bacio gay a Pignataro. Il sindaco "Nessuna omofobia qui da noi, magari erano ladri che si sono disturbati a vicenda!"


Ieri vi abbiamo raccontato dell'aggressione alla coppia sposata, inglese e gay, a Pignataro, vicino Frosinone. Oggi ecco arrivare, improvvisamente, l'altra versione del fatto, direttamente dal sindaco che si dimostra incredulo di fronte ai fatti raccontati e ha una visione tutta sua:

"Qui a Pignataro non siamo omofobi e questo non può essere un episodio che ci taccia in questo modo. Qui non c'è alcuna Festa della Birra, ma la sagra patronale della Madonna Addolorata. Certo, ci sono anche i banchi che vendono la birra, ma i fatti sono accaduti, a quanto mi risulta, alle 4 del mattino tra sabato e domenica davanti al cancello di una villetta all'estrema periferia del paese. Non alla sagra, alla quale non è successo assolutamente nulla ed è andato tutto tranquillo"

Saranno dettagli pure importanti, ma a me non importerebbe nulla se è l'aggressione fosse avvenuta alle festa della birra, del fagiolo, dell'anguria o ad una festa religiosa. Ma tant'è... per l'uomo è un dettaglio importante e non si limita a questo, ma ribalta interamente il racconto:

"C'è stato un intervento dei carabinieri, chiamati, non so da chi, che hanno trovato queste due persone che hanno riferito di essere state aggredite, loro dicono, da dei romeni. Io non so cosa pensare però certo due persone alle 4 del mattino davanti a una villa privata è un fatto che fa riflettere. Non credo che possano essere stati malmenati perché omosessuali. Due romeni che picchiano altri due individui alle 4 del mattino davanti a una villa... forse non posso escludere che fossero due ladri, e si siano disturbati a vicenda. Il fatto di essere inglesi e gay certamente non lo esclude. Comunque escludo qualsiasi pista omosessuale, perché qui in paese i gay che conosciamo sono tutti benvoluti e rispettati come gli altri"

Un discorso che, sinceramente, mi sembra molto instabile e inverosimile. Ipotesi. Teorie di come possono (anche) essere andate le cose, da un primo cittadino che invece di ascoltare le testimonianze, condannare l'accaduto, cerca una sua pista alternativa.

Magari erano ladri... Perchè in paese i gay che conosciamo sono tutti benvoluti e rispettati da tutti...

Caro sindaco, la verità probabilmente la sapranno solo i due ragazzi inglese aggrediti, non lei con teorie personali (o hanno basi fondate?) e giustificazioni limitanti su quanto gli omosessuali sono amati a Pignataro. Perchè non si può generalizzare con queste parole un po' stucchevoli: nessuna aggressione omofoba a Pignataro? Perchè TUTTI amano i gay? Sicuro sicuro che siano TUTTI? Lo ha domandato ad ogni singola persona? Perchè se Pignataro non vuole essere macchiata e sulla bocca di tutti per questo episodio, allo stesso tempo non sarà stata cosa gradita nemmeno ad Erba, a Novi Ligure o Perugia...

Ma è accaduto e, fino a prova contraria, bisogna rispettare e credere alle parole altrui.

P.s. Solitamente poi si inizia ad ascoltare le solite litanie di politici che “esprimono solidarietà, condannano l’accaduto, ribadiscono quanto sia spregevole la violenza e promettono interventi”. E anche in questo caso...Polverini:

"Un grave episodio di omofobia e di violenza, che condanniamo con forza. Voglio esprimere solidarietà alla coppia inglese. Mi auguro che gli aggressori siano identificati e puniti nel più breve tempo possibile"

e... Carfagna:

"Un episodio grave, inaccettabile, che danneggia, tra l'altro, l'immagine del nostro Paese, che rifiuta e condanna ogni forma di violenza"



Poi, fra poco, basta la notizia di un gatto intrappolato su un albero e tutto viene dimenticato.
  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: