USA: bocciata in Senato l'abrogazione del Don't ask don't tell

USA: bocciata in Senato l'abrogazione del Don't ask don't tell

L'abrogazione del Don't ask don't tell non è passata al Senato USA: secondo il regolamento c'era bisogno di 60 sì per vincere l'ostruzionismo dei repubblicani, mentre ne sono arrivati 56. I no sono stati 43. I senatori repubblicani, dunque, hanno fermato la proposta democratica di aprire un dibattito sulla norma. Di fatto la proposta di abrogare la legge non decade, ma l'esame viene rimandato a tempo indeterminato.

Robert Gibbs, portavoce della Casa Bianca, ha espresso delusione per la bocciatura:

“Siamo delusi di non poter far avanzare questo testo ma continueremo a provarci”.

Sul fronte opposto troviamo James Amos – generale indicato da Obama a diventare il prossimo comandante dei Marines – che ha detto di essere contrario all'abrogazione del don't ask don't tell. Motivazione?

“Sono preoccupato dal fatto che l’introduzione, ora, di un cambiamento di questo tipo possa costituire motivo di distrazione nelle operazioni di combattimento in Afghanistan”.

Foto | Stop DADT

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: