Torna a Napoli "Omovies" festival del cinema omosessuale. A Roma teatro lgbtq con Pinter's Anatomy

ricci forteNapoli e Roma tornano ad essere città di cultura lgbtq, con due iniziative, entrambi imperdibili. Dal 28 ottobre al 1° novembre, nella città partenopea torna Omovies Festival Cinematografico di Cinema Omosessuale e Questioning, giunto alla sua terza edizione. L'organizxzazione è in "work in progress" e il programma ufficiale in via di definizione. Certamente vedremo pellicole provenienti da altri Festival internazionali e, speriamo, qualcosa dall'attuale Festival del Cinema di Venezia, dove alcune pellicole a tematica gay stanno concorrendo al Queer Lion. Appena pronto vi daremo maggiori dettagli sul Festival e su quanto c'è da sapere.

Come sempre, si svolgerà un concorso per cortometraggi a tematica lgbtq. Il bando del concorso lo trovate qui. Per quanti vogliono partecipare con propri lavori, la scadenza per presentare i propri lavori è stata fissata per il 30 settembre. La manifestazione avrà il patrocinio del Comune di Napoli.

A Roma, dall'8 all'11 settembre, nella cornice suggestiva dello spazio La Pelanda a Roma, nell’area dell’ex mattatoio di Testaccio, lo spettacolo LGBT Pinter's Anatomy di Ricci/Forte. Commissionato dal CSS Teatro Stabile di Innovazione di Udine e presentato, successivamente, a febbraio 2010 al Festival Primavera dei Diritti di Bari, Pinter's Anatomy disseziona e impietosamente analizza i temi cari al teatro di Harold Pinter, come l’ambiguità, la violenza, il dominio e la discontinuità nel tempo, con il bisturi di un approccio audace, innovativo e iconoclasta.

Pinter's Anatomy è infatti una vertiginosa e claustrofobica performance della durata di ventotto minuti, diretta da Stefano Ricci e interpretata da Marco Angelilli, Pierre Lucat, Andrea Pizzalis, Giuseppe Sartori e Anna Terio, che viene ripetuta a ciclo continuo e può essere fruita solo da un ristretto numero di spettatori alla volta, interrogati direttamente e toccati nel profondo dal meccanismo a orologeria di una drammaturgia inquisitoria, senza vie di fuga.

Un teatro particolare che intende rivolgersi ad un vasto pubblico, fuori persino dagli schemi di segmento gay, perché il problema della violenza, dell'omofobia, delle paure, riguarda tutti

L'11 settembre, alle ore 17.30 presentazione del libro Mash-up theater Ricci/Forte, a cura di Francesco Ruffini e pubblicato da Editoria&Spettacolo: il primo volume di approfondimento sul percorso di ricerca dell'ensamble.

Il libro è un percorso di informazioni ed emozioni che svela il nuovo, vivace panorama del teatro di ricerca contemporaneo e contiene i testi degli spettacoli wunderkammer soap, ploutos e pinter's anatomy, il tutto con suggestive immagini. Si avvale della collaborazione di gente dello spettacolo e della cultura come Rodolfo Di Giammarco, Claudia Cannella, Francesco paolo Del Re, Paola Ranzini, Luigi Romolo Carrino, Ugo Riccarelli, Roberto Canziani, Predrag Pajdic.

Dalle 18 fino a tarda notte, serata in loop.

Buona cultura a tutti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: