Germania. Dopo l'eredità giustizia fiscale per le coppie gay


C'è un bacillo benigno in quel di Germania che sta rallegrando, e parecchio, le coppie omosessuali. Se si affronta il tema dei diritti civili lgbtq, le autorità lo fanno senza inutili spurie, centrando i problemi e percorrendo la strada migliore per risolverli. Gli omosessuali, donne e uomini, in Germania vivono la loro condizione senza subalternità, amministrando la cosa pubblica e guardando con facile ottimismo a tutti coloro che necessitano del loro appoggio.

Oggi, le coppie omosessuali hanno di che essere felici, dopo la notizia diramata dalla ministra della Giustizia Sabine Leutheusser-Schnarrenberger di volersi occupare di imposizione fiscale, specificando che le coppie gay potranno e dovranno avere lo stesso trattamento fiscale, oggi appannaggio delle sole coppie eterosessuali.

L'annuncio, ovviamente, è piaciuto parecchio a tutta la comunità lgbtq tedesca perché porterà parecchi vantaggi finora destinati alle sole coppie etero. C'è di meglio e di più, rispetto alla legge che riguarda l'eredità e che entrerà in vigore il prossimo anno. Secondo quanto riferito dalla ministra, l'iter sul nuovo fisco potrebbe essere veloce e sostanziale. Il governo non aspetterà la decisione della Corte per implementare i cambi di legge. Così facendo, già dalle prossime dichiarazione dei redditi, molte coppie gay tireranno un bel sospiro di felicità. Noi? Continuiamo a pagare di più. Senza diritti. Che rabbia!

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: