Mina su Vanity Fair e una coppia gay fidanzata da 12 anni

mina vanity fair

Per chi legge Vanity Fair non è una sorpresa trovare, in fondo al giornale, molte lettere di omosessuali dirette alla regina della musica italiana. Del resto, per chi ancora crede alle icone gay, Mina è una delle più amate e potenti. Nelle missive pubblicate si legge spesso di gay con il cuore infranto per una storia d'amore impossibile oppure in crisi per quello che sono e non riescono a dire alle persone che li circondano. Ma, spesso, ci sono anche uomini innamorati, felici e desiderosi di lasciare la propria testimonianza. Ecco uno di questi esempi:

"Cara Mina, volevo renderti partecipe del mio 12° anniversario di fidanzamento. Il vero amore eterno esiste davvero. Non ti ho detto una cosa: siamo entrambi uomini!"

Ed ecco la risposta magnifica e sincera di Mina alle parole di Roberto di Parma:

"Credevi di sorprendermi, caro Roberto? Siete uomini. Ne prendo atto. Ho visto tanti amori, ho visto coppie di tutti i tipi. Se esiste rispetto, condivisione e affetto, ci sono forti presupposti per una relazione seria e importante. Al di là del sesso delle persone coinvolte. Ho visto persino amori fortissimi senza sesso. Se ti guardi intorno con occhio attento, ti renderai conto che l'amore è un po' come la musica. Classica, leggera, sinfonica, operistica, pop, heavy metal, leggera, jazz, funky, liscio eccetera... Ognuno con la propria dignità. So che magari farò inorridire quelle signore sotto l'ombrellone che in vacanza passano il tempo a spettegolare e pontificare. Gli auguri ve li faccio anche per loro"

Che altro aggiungere? Niente, assolutamente niente.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: