Platinette sogna di fare l'assessore alla cultura a Parma

platinette

"Sono il trait d'union fra Renata Tebaldi e Lady Gaga: figurarsi se non posso occuparmi di intrattenimento in municipio! Non farei mai politica a livello nazionale, anche se sono stato corteggiato per molto tempo dai radicali. Del resto, ho avuto la loro tessera per vent'anni. L'unica cosa che potrei fare è l'assessore, ma a livello locale"

Ecco il sogno nel cassetto di Mauro Coruzzi confessato al settimanall "Tv sorrisi e canzoni".

Vi immaginate? Da un lato Nicki Vendola con il suo programma politico, dall'altro una Platinette aspirante assessore alla cultura di Parma. E avrebbe già qualche idea concreta...

"Il Teatro Regio, fiore all'occhiello della città? Non può morire solo sotto il peso di ricche signore imparruccate. Fuori dalla città, tanta gente non gode di questa bellezza: sono molto proletario in senso sovietico, in questo. La cultura alta va contaminata, sennò muore. Vedrei bene anche qualche talento uscito da "Amici", su questo palco"

Via | TvSorrisiECanzoni

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: