Solo in sessanta contro i Pacs

Com'è la canzone? Se prima eravamo in tre a ballare l'alligalli, adesso siamo in due a ballare l'alligalli... Non due, ma soltanto sessanta, hanno ballato il benedetto alligalli contro gli omosessuali e contro i Pacs lo scorso sabato a Roma davanti alla basilica di Santa Maria Maggiore. Lo riporta l'Ansa.

Sono solo una sessantina (come a dire che ce ne sono di più all'interno del governo che in piazza...) gli esaltati componenti del "Comitato per la difesa della famiglia" che hanno agitato in piazza lo spauracchio di una presunta normalità da preservare contro le devianze. Tra i manifestanti anche due sacerdoti.

La manifestazione, che ha riunito i rappresentanti di alcuni gruppi integralisti cattolici e integralisti anche nell'omofobia, ha voluto dare un segnale contro la politica del governo sulle coppie di fatto. Questa la sintesi delle loro idee, nelle parole dell'Ansa:

Convivere e' una scelta privata, a volere i Pacs e' solo "la lobby omosessuale" a cui la legge serve "per arrivare ai matrimoni tra gay" come in Spagna, denuncia il Comitato.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: