Condannato il Gay Pride a Gerusalemme

Fouad Twal

Già quando vengono effettuati e organizzati i Gay Pride nelle varie città, la Chiesa si spreca a condanne e accuse, figuriamoci quando ciò avviene a Gerusalemme! Giovedì scorso, il Gay Pride ha richiamato più di 3000 persone e Fouad Twal, il più alto e importante esponente cattolico del luogo, ha tuonato contro l'evento:

"Agli organizzatori e le autorità che hanno permesso questa manifestazione non importa nulla dei sentimenti delle famigliè, nè della felicità di questa città!"

Per lui, le autorità israeliane avrebbero dovuto agire ed impedire il Gay Pride, mostrando rispetto per la Terra Santa

Via | Sltrib

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: