Gabriel Garko nudo: lui se ne vergogna, ma i suoi fan apprezzano

Gabriel Garko nudo: lui se ne vergogna, ma i suoi fan apprezzano

Gabriel Garko è un bell'uomo (anche se i lettori di Queerblog tra lui e Raoul Bova preferiscono il secondo). Intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni, parlando della sua carriera artistica dice di non vergognarsi di nulla, tranne del suo nudo frontale nel film Senso 45 di Tinto Brass (che una volta tanto ha indugiato su un uomo nudo e non su una donna):

Qualcosa di cui vergognarsi nella carriera?
Della scena di nudo integrale che ho fatto in “Senso ’45”, il film di Tinto Brass. Avevo accettato di spogliarmi a patto che il nudo non apparisse in un contesto sessuale. Sono stato accontentato e mi hanno fatto correre nudo su una spiaggia. Peccato, però, che la scena sia stata montata al rallentatore e che io lo abbia scoperto solo vedendola al cinema. Sembrava che non finisse mai! Quando si sono riaccese le luci in sala ero praticamente sotto alla poltrona. Dopo avere visto il film, mia madre non mi ha parlato per tre mesi.

A Gabriel Garko abbiamo dedicato una gallery che è stata molto apprezzata da chi è passato su Queerblog. Sono certo che molti fan abbiano apprezzato quel nudo integrale di Gabriel! Ma, ditemi un po', visto che sua mamma non gli ha parlato per tre mesi per quelle scene di nudo, qualcuno di voi si offre per consolarlo?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: