Australia. Ministro lesbica contraria ai matrimoni gay: "I valori vanno rispettati!"

Penny Wong

Quando leggo di questi casi, mi viene sempre da sorridere perchè immagino dei robottini caricati a molla che camminano lungo una stanza, agitando le braccia con lo stesso ritmo, fino ad esaurimento "spinta". Si crede che una persona che ha subìto esperienze negative e discriminazioni nel corso della propria vita, ti possa capire e invece, in maniera assurda, spesso si allea con il nemico. E, infatti, Penny Wong, Ministro per il Cambiamento Climatico, l’Efficienza Energetica e l’Acqua e dichiaratamente lesbica, si è dichiarata fermamente contraria ai matrimoni gay, nonostante le discriminazioni provate in prima persona per essere omosessuale e per la sua origine asiatica. Ma l'idea resta quella.

Le motivazioni? Tra le più "originali": con orgoglio di definisce cristiana praticante, ora single dopo una lunga relazione con un'altra donna, sostiene che il matrimonio sia nato in una cultura non gay, quindi come tale debba essere rispettata la visione sociale e religiosa dell'impegno, includendo solo legami tra uomo e donna.

E questa strategia politica pare abbia avuto consensi, dal momento che sembra essere avvantaggiata e in prima fila nelle elezioni del prossimo ottobre. Del resto, nel 2008 ha presentato in Parlamento un disegno legge che garantiva alle coppie dello stesso sesso, la parità di diritti in materia di assistenza sanitaria e servizi delle pensioni. E quindi si definisce sensibile ai problemi dei diritti Lgbt (quelli che sceglie lei, però...)

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: