Luca era gay (di Povia) adesso è etero, sposato, vota Buttiglione e non crede ai gay felici - Video

Luca di Tolve gay

Sul settimanale A, questa settimana, è presente un'intervista al famoso (?) protagonista della canzone di Povia ("Luca era gay"), il cui vero nome è Luca di Tolve. Si è fatto intervistare e fotografare per l'occasione a Milano, vicino al Santuario della Madonna del Bosco (giusto per iniziare con l'immagine di conversione mistico religiosa?). Conferma di essere sposato con una certa Lisa, di aver votato Buttiglione e di avere una sua precisa idea sull'omosessualità:

"Non credo ci siano gay felici. Chi nasce maschio deve fare cose da maschio. Deve seguire la sua natura. I veri maschi entrano in una comunione profonda tra di loro, senza per questo avere rapporti sessuali. È l'amicizia virile che unisce. Io invece avevo solo legami superficiali, la passione erotica mi abbagliava, pensavo fosse quello il cameratismo che cercavo"

Luca lo era negli anni 90, viveva a Milano, era ricco, abitava in centro città, andava alle feste di Versace e di Puff Daddy e girava con l'autista. Inoltre, votava sinistra. Oggi invece vive in Brianza, vota destra e prega molto, dopo aver aperto un'associazione "per spronare i ragazzi dubbiosi a essere maschi fino in fondo". Ecco, queste sono le cose che non sopporto: Luca è diventato etero? Possibile o impossibile? Prendiamo per buona la fantascientifica esperienza della conversione eterosessuale, ma quello che proprio non tollero è chi pretende rispetto per la propria scelta e, allo stesso tempo, vuole "guarire"/convertire/ qualcun altro. Questa è ipocrisia pura

Update
: Nel post sono stati inseriti alcuni video della testimonianza in prima persona di Luca, ad un incontro a Erba, in provincia di Como. Tra le sue parole, anche la riconoscenza verso Gesù che l'ha aiutato a "guarire":

"Odio gli omofobici, ma non sopporto nemmeno il messianesimo dell'Arcigay. Per loro l'omosessualità è quasi una conquista. Invece è una tendenza che si sviluppa a causa di traumi subiti durante l'età della crescita"

Questo ennesimo luogo comune finale non ha bisogno di commenti vero?

Fonte | Settimanale A

  • shares
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina: