In Italia, Elio di Rupo non è gay ma un "inguaribile single"

In Italia, Elio di Rupo non è gay ma un "inguaribile single"

Che l'Italia non sia il paese più gayfriendly d'Europa non è un mistero, nè qualcosa che fa sobbalzare. Ma quello che è successo in questi ultimi giorni è qualcosa che non crea solo imbarazzo ma fa addirittura preoccupare. Elio di rupo è un probabile prime ministro in Belgio e dichiaratamente gay. Nulla di misterioso, nascosto o torbido: l'ha ammesso lui in prima persona. Ma ecco che, da noi, nei telegiornali, l'uomo, invece, viene indicato come single, con termini che lo fanno apparire come un eterno dongiovanni. E questa cosa non è stata gradita nemmeno da Franco Grillini che, pubblicamente, ha dichiarato:

"Che Elio di Rupo, probabile primo ministro in Belgio dopo le recenti elezioni, sia gay lo sanno anche i sassi ed e' lui stesso a parlarne senza problemi. In Belgio, non solo lo sanno tutti, ma la cosa risulta essere del tutto indifferente all'elettorato belga che, infatti, lo ha premiato per le sue forti capacita' politiche. Ma l'Italia e' l'Italia e cosi' la tv nostrana lo presenta come "inguaribile single" o "assolutamente single" perche' ammettere che un primo ministro possa essere omosessuale e' del tutto impossibile per una informazione prona al clericalismo romano cattolico."

Assurdo ma vero. Sembra di trovarsi dinanzi ad un gruppo di pettegole di paese che, di fronte ad un uomo "ancora non sposato" lo dipingono come un farfallone e scapolone impenitente. Ma la realtà in questo caso (come in molti altri) è davanti a tutti: non vederla è la specialità italiana.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: