Manda la foto del tuo bacio a queerblog.it


Indignarci non serve. Quanto successo a Bergamo, dove un sindaco ha bocciato una mostra a causa di una serie di baci tra uomini e donne, non l’unico episodio di omofobia che si è registrato nelle ultime settimane. Anzi. È l’ennesimo di una serie.

A differenza dei pestaggi registrati a Roma contro il primo cittadino lombardo la comunità GLBTQ può fare qualcosa raccontando direttamente quanto è censurato in certi contesti. Se davvero, come me, pensate che una raffigurazione d’amore non debba essere censurata vi invito a mandare a baci@queerblog.it le foto di baci che avete scattato con il/la vostro/a partner.

Mi piacerebbe, inoltre, saperne di più della vostra relazione. I momenti più belli. Quelli più divertenti. Sì, anche quelli in cui la tutela del legislatore avrebbe potuto fare la differenza.

Se davvero, come me, volete che in Italia gay e lesbiche abbiamo gli stessi diritti delle coppie eterosessuali è necessario dimostrare che i nostri sentimenti non sono censurabili. Anzi.

P.S. Prima di essere accusato di eterofobia ci tengo a precisare che l’iniziativa è aperta anche alle coppie non omosessuali. I discriminati non sono i discriminatori.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: