Mostra di baci gay vietata a Bergamo

Mostra di baci gay vietata a Bergamo

Il sindaco di Bergamo, Franco Tentorio, non concedere l'autorizzazione per esporre una mostra di "baci rubati" fra gay nel Quadriportico del Sentierone, in pieno centro della città. L'Arcigay bolla la decisione come qualcosa di inaccettabile e simbolo di intolleranza. L'iniziativa, ironia della sorte, era stata decisa per il 17 maggio, giornata mondiale contro l'omofobia. E per quale motivo è saltata? L'omofobia! Il sindaco infatti, ha spiegato così la sua scelta:

"Abbiamo valutato le richieste in modo approfondito e concesso il patrocinio a un convegno. Ma la mostra ci preoccupava: sulla base della presentazione degli organizzatori ci è sembrato che i contenuti fossero troppo forti. L'allestimento in pieno centro ci è sembrato inopportuno. Abbiamo posto attenzione alla sensibilità di bambini e anziani"

Eh, certo. Attenzione alla sensibilità di bambini e anziani: perchè è noto che se loro vedono un bacio gay in una foto poi cadono giù come mosche. Il presidente Arcigay Luca Pandini ha tenuto a sottolineare che la mostra comunque si farà, il 16 e 17 maggio al Mutuo Soccorso di Bergamo e all'Auditorium di Piazza della Libertà:

"La mostra si farà comunque, ma non all'aperto. Il nostro obiettivo era quello di dimostrare che certe immagini sono del tutto legittime e non indecorose"

Fonte e Foto | BergamoNews

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: