La Zurigo gay e gayfriendly si ritrova a Roma


Nonostante la nube di origine vulcanica, il desiderio di vacanza resta e l'arrivo della buona stagione aiuta a progettare, pensare, staccare dalla routine quotidiana e darsi ai piaceri di giornate di relax. Le mete non mancano per le persone lgbtq dove trascorrere serenamente e piacevolmente una vacanza in compagnia di amici, da soli o col proprio partner. Noi che pensavamo, in questo caso, alla Svizzera come luogo deputato ad una natura incontaminata, montagne e laghi, scopriamo che città come Zurigo desertificano ogni idea di noia e ci accompagnano attraverso una vita notturna glbtq parecchio effervescente, piena di locali, ristoranti, luoghi dove passare alcuni giorni senza impensierirsi di eventuali assalti di noia.

Occasione per gustare questa, per molti, nuova meta turistica gay è il Zurich Pride Festival che si svolgerà dal 3 al 6 giugno prossimo, con tutta una serie di iniziative pubbliche e di locali che coloreranno la modernissima città dei colori raimbow. Certo, è un po' presto, ma recandosi in una città che accoglierà molti altri lgbtq provenienti da tutta Europa, sarà meglio pensare ad una sistemazione adeguata per tempo. Per questo, per far conoscere Zurigo e la sua comunità lgbt, molto attiva, a Roma, Zurigo Turismo ha in programma venerdì 23 aprile un evento che si svolgerà presso Il Circolo degli Artisti a partire dalle ore 23.00, curato dall'associazione lgbt Di Gay Project.

All’evento – che sarà l’occasione ideale per conoscere la movimentata e inaspettata vita notturna di Zurigo - interverrà la drag queen Lola Glitter, ma ci saranno momenti di puro divertimento musicale. Non va dimenticato che la città di Zurigo ha recentemente dimostrato al mondo intero di essere aperta e moderna, eleggendo Corinne Mauch - una donna dichiaratamente lesbica – come sindaco della città. Credo valga la pena farci un salto per chi si troverà a Roma la notte di venerdì.

Quest'anno lo slogan per il Festival Pride di giugno è "Do ask – Do tell", in contrapposizione con quello statunitense verso i militari omosessuali. Dirlo, quindi, e farlo; un invito alla comunicazione tra persone lgbtq e con la città. Le differenze di razza, sesso, religioni sono da sempre un arricchimento e non un ostacolo. In occasione delle due giornate di festa lgbtq, verrà eletto l'International Mister Gay 2010. Davanti ad una giuria internazionale qualificata, saranno 16 tra i più bei ragazzi che arriveranno quasi al traguardo, a contendersi la palma della vittoria per il loro stile, il talento e, ovviamente la loro esaltante bellezza fisica. Tutto questo nella serata di sabato 5 giugno.

Gastronomia, arte e cultura, divertimento, locali notturni, ritrovi, shopping e serenità; la città più grande della Svizzera, al limite settentrionale dell'omonimo lago, dove il fiume Limmat abbandona il lago stesso, vi sorprenderà per la sua armonia e per la sua storia passata e recente. Una città moderna che conserva diversi stili di un epico passato, dal romanico al gotico, al barocco, in una fusione ordinata e placida. Bisogna andarci almeno una volta.

E se sarete tra i più fortunati alla serata che si terrà a Roma, sappiate che dopo l’esibizione, Lola Glitter estrarrà il fortunato vincitore di un viaggio per due persone a Zurigo (volo, 2 notti in hotel e ZürichCARD che prevede mezzi pubblici gratis, ingresso gratuito nei musei e altre agevolazioni nei locali zurighesi). Per iscriversi e poter partecipare all’estrazione basta lasciare il proprio nome al desk di Zurigo Turismo all’ingresso del locale.

Non mi resta che augurarvi un sano divertimento, pensando ai futuri Gay Pride che si svolgeranno in moltissime parti del mondo a partire da giugno. Zurigo compresa.

Foto | Zurich Pride

  • shares
  • Mail