Sesso gay: aiuto, mi sono innamorato di un etero!

Sesso gay: Aiuto, mi sono innamorato di un etero!

Avanti, ammettiamolo: a chi non è capitato? Quanti di noi possono alzare la mano e ammettere che nella propria vita hanno solo perso la testa per uomini gay e donne lesbiche (per quanto riguarda il settore femminile). Spesso capita di conoscere qualcuno che ci fa sbarrare gli occhi come iguane e accelerare il battito del cuore per poi scoprire, amaramente, che sono fidanzati con donne o comunque non interessati a persone del proprio sesso.

A me è successo spesso. Prima della mia "transumanza" a Milano, mi imbattevo categoricamente in ragazzi eterosessuali. A volte mi invaghivo anche senza conoscerli profondamente: scattava quel "colpo di fulmine" che mi riempiva le giornate. E poi li vedevo camminare mano nella mano con la propria fidanzata e mi ritrovavo nella mia camera ad ascoltare "All by myself". Lo ammetto, ero un po' melodrammatico, ma le novità in campo sentimentali, per i gay, nelle piccole città, non sempre sanno essere eccitanti e avventurose come in una qualsiasi puntata de "Il bello dello donne"...

Persino quando ero studente mi ero preso la cotta per il classico figo della scuola. Inutile dirlo che era più eterosessuale di Hugh Hefner. Però il senso del torbido, del mistero e la recondita speranza che si scoprisse attratto da un altro ragazzo (più precisamente, da me) era qualcosa di accattivante. Inutile aggiungere che le cose cambiano quando sei in una grande città: le opzione e le possibilità sono maggiori e se anche trovi qualcuno di particolarmente affascinante solitamente non si usa perderci troppo tempo dietro. I maschi gay e le donne lesbiche, in una metropoli affollata, compensano in parte il senso di frustrazione di qualcosa che non si può (?) avere. E a voi, amici e amiche, è mai successo di perdere da testa per un eterosessuale?

Foto | Glamour

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: