Nel disastro aereo che ha sconvolto la Polonia muore anche Izabela Jaruga-Nowacka, difensora dei diritti gay

Nel disastro aereo che ha sconvolto la Polonia è morta anche Izabela Jaruga-Nowacka, difensora dei diritti gay

Sul Tupolev 154 che è precipitato ieri e che ha decapitato i vertici politici polacchi viaggiava anche la deputata Izabela Jaruga-Nowacka, una delle voci più forti a favore dei diritti della comunità lgbt polacca. Izabela Jaruga-Nowacka era solita prendere parte sia ai Pride che alle varie manifestazioni pubbliche a favore dei gay, il che la portò ad essere osteggiata da vari gruppi nazionalisti estremisti e da gruppi cristiani.

Nel 2005 aveva criticato duramente le posizioni del presidente Kaczynski (anch'egli deceduto nel disastro) quando, come sindaco di Varsavia, proibì spesse volte il Gay Pride. La Jaruga-Nowacka ebbe a dire:

“Noi siamo sempre per la democrazia e per la protezione dei diritti umani non solo per alcuni gruppi ma per tutti i polacchi. Tutti i cittadini hanno diritto di scegliere il proprio modo di vivere. Sono qui per esprimere la mia protesta contro la decisione del sindaco, decisione che è una violazione sia della Costituzione della Polonia che dei diritti civili. Sono qui per ricordare il mio rispetto nei confronti della tradizionale tolleranza polacca”

Riposa in pace, Izabela!

Via | Universogay

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: