È Nichi Vendola il successore di Pier Luigi Bersani per i lettori di polisblog.it



I commenti che sono stati fatti sul post riguardante i risultati del recente appuntamento elettorale hanno dimostrato che tra il mondo omosessuale e quello politico esiste un tabù sul quale vale la pena ragionare.

Se per qualcuno la colpa dell’attuale scenario era da imputarsi alla, cito testualmente, parte degli italiani razzisti e omofobi per altri l’ascesa della Lega Nord è frutto dell’astensionismo maturato dalle persone omosessuali che non si sono recate alle urne.

Allo stato attuale questo tipo di incomprensioni sono circoscritte alla sola comunità GLBTQ. Il risultato del sondaggio lanciato su polisblog.it su un’ipotetica sostituzione di Pier Luigi Bersani ha dimostrato che la società civile è pronta per aver un leader dichiaratamente omosessuale come Nichi Vendola.

Riconfermato in Puglia grazie a quel segmento dell’elettorato, gay e no, che votando l’hanno scelto come leader. Per lui, oltre al lavoro in Regione, si prospetta una collaborazione con i vertici del Pd per capire se possa essere lui il candidato Premier per il centro-sinistra.

Se tale traguardo sarà strappato dal Governatore non sarà certo merito di quella parte di gay e lesbiche che considerando gli eterosessuali ignoranti non vogliono prender atto di una scomoda verità.

La tolleranza non è un patrimonio esclusivo di una o dell’altra minoranza. Anzi. Se esponenti politici come Nichi Vendola sono riusciti a conquistare la maggioranza lo devono a quella parte dell’elettorato eterosessuale che è riuscita a non far propria la pigrizia mentale di alcuni omosessuali.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: