Il Coordinamento Torino Pride LGBT risponde al Presidente Roberto Cota

Il Coordinamento Torino Pride LGBT risponde al Presidente Roberto Cota

Daniele Viotti, del Coordinamento Torino Pride LGBT, risponde al presidente del Piemonte, il leghista Roberto Cota, in merito alla questione “patrocinio gay pride” e mette in luce l'affannoso populismo che ne è emerso. Infatti non è mai stato chiesto un patrocinio (come aveva scritto anche un nostro lettore ieri), quindi annunciare di volerlo ritirare è, quanto meno, singolare:

“Il Presidente Cota, per nulla affaticato dalla campagna elettorale si è subito messo al lavoro ed ha affrontato uno dei più gravi problemi della Regione Piemonte: il patrocinio della Regione Piemonte al Pride di Torino [...] Nel ringraziarlo per l’attenzione vorremmo confortare lui, il suo staff e i suoi solerti collaboratori: nessuno ha mai chiesto, né alla precedente amministrazione né a quella attuale, il patrocinio per il prossimo Pride.”

Viotti, poi, conclude con un invito-stoccatina a Cota, che, personalmente, mi trova pienamente d'accordo:

“Ora il Presidente può prendersi una meritata pausa e con calma dedicarsi, più in là nei tempi, a questioni meno urgenti e meno sentite dalle donne e dagli uomini di questa regione: il lavoro, la crisi economica, la sanità”.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: