I preti che abusano dei bambini non sono pedofili ma predatori omosessuali

I preti che abusano dei bambini non sono pedofili ma predatori omosessualiI cattolici conservatori americani non ci stanno a vedere macchiata la chiesa pura e casta e allora che fanno? Minimizzano il tutto (andassero a dirle alle vittime e alle loro famiglie) e accusano i giornali di dire stupidaggini. Bill Donohue (in foto), presidente della Catholic League: For Religious and Civil Rights, ha le idee chiare in merito: non si tratta di pedofilia, ma di crisi omosessuali:

“Il New York Times continua a scrivere editoriali sulla crisi di pedofilia: quando tutt’al più si tratta di una crisi omosessuale. L’ottanta per cento delle vittime degli abusi sessuali sacerdotali sono maschi e la maggior parte di loro sono in post-pubertà. Mentre l’omosessualità non è causa di comportamenti predatori e la maggior parte dei sacerdoti gay non sono molestatori, la maggior parte dei molestatori sono stati gay”.

È sempre più triste constatare come alla chiesa non interessi né la verità né le vittime, ma solo salvarsi la faccia. Del resto lo stesso Gesù lo aveva detto (nel vangelo secondo Matteo, cap. 24, ver 3-5):

“Praticate e osservate tutto ciò che vi dicono, ma non agite secondo le loro opere, perché essi dicono e non fanno. Legano infatti fardelli pesanti e difficili da portare e li pongono sulle spalle della gente, ma essi non vogliono muoverli neppure con un dito. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente”

Via | Giornalettismo

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: