Daniela Santanchè: "Sarei preoccupata se avessi un figlio gay"

Daniela Santanchè: "Sarei preoccupata se avessi un figlio gay"

Daniela Santanchè è stata intervistata da Klaus Davi, per la rubrica KlausCondicio e, tra i numerosi argomenti toccati dal lungo dialogo, la donna ha anche affrontato il tema dell'omosessualità, interpretandolo in prima persona:

"Se i miei figli fossero gay sarei preoccupata perche' avrebbero certamente una vita piu' difficile. Come mamma il mio amore sarebbe immutato, ma avrei piu' preoccupazioni perche' so che avrebbero una vita piu' difficile"

Viene da chiedersi in quale contesto lei inserirebbe questa difficoltà. Perchè se fosse quello sociale, concorderei sicuramente con l'onorevole. Sopratutto se, in Italia, in televisione, passano ancora messaggi di gente che ritiene i trans persone malate, ai margini del società o drogate oppure che suggeriscono di amarsi silenziosamente, boicottando proteste possibili o gay pride.

Ops, ho forse sbagliato esempi?

Foto | Armaghedon777

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: