Lato B di un uomo gay, in fuga da un palazzo in fiamme

Lato B di un uomo gay, in fuga da un palazzo in fiamme

Galeotta fu quel giorno per Memeth, giovane turco residente a Basilea. L'uomo era andato a trovare un suo amico transessuale, Tamilo, conosciuto anni prima in un locale e con cui era diventato amico intimo. E fin qua, nulla di sconvolgente o particolare.

Il problema sorge quando nel primo pomeriggio di lunedì, Memeth si è svegliato dopo una serata trascorso con Tamilo, accorgendosi che l'appartamento era invaso dal fumo e dalle fiamme. Il suo primo istinto? Correre all'esterno, ma siccome si trovava in un palazzo, è uscito sul cornicione, accanto alla finestra. Piccolo dettaglio: ha dimenticato i vestiti all'interno dell'abitazione, per la frenesia e l'agitazione del momento.

E qualche simpatico passante burlone ha approfittato dei minuti, per scattare qualche foto. Morale della favola, in pochi giorni l'uomo, 33enne, è diventato una star del web. I genitori non sapevano nulla dell'intera faccenda, ma lui si consola dicendo "Per fortuna nessuno ha visto il mio viso, ma solo il mio culo".

Inoltre Memeth ha precisato che Tamilo è solo un amico:

"È solo un amico, l'ho conosciuto dieci anni fa in un locale gay di Zurigo e siamo diventati amici intimi. Sono gay, non sono trans"

E a dimostrazione (non necessaria...) si è alzato la maglietta mostrando il petto peloso, simbolo della sua virilità.

Fonte | Tio

  • shares
  • Mail