Ferzan Ozpetek per il lancio di Mine Vaganti: "Mai mollare!"

Ferzan Ozpetek per il lancio di Mine Vaganti: "Mai mollare!"

Accompagnato dal cast di "Mine vaganti", Ferzan Okpetek ha parlato della situazione omosessuale in Italia, ma spiegando che il suo film amplia lo sguardo anche al semplice rapporto tra un padre e il proprio figlio:

"Non bisogna mollare, non si deve dare per scontato quel che ci pare di aver conquistato. Noi viviamo in un mondo ovattato, dove tutto è carino e piacevole e tutto è tollerato. Ma fuori non è così. Fuori ci sono figlie lesbiche rifiutate dalle madri, figli gay osteggiati dai padri, se non uccisi, come è capitato qualche anno fa a Siracusa. Un fatto di cronaca che mi impressionò fortemente. Ci sono violenza, intolleranza, ci sono le ronde, i picchiatori, ci sono i bulli che tormentano i ragazzini. Ma il mio non è un film sui gay, è un film sul rapporto tra un genitore e un figlio"

Ferzan confessa anche che in molti, quando lo incontrano, gli chiedono quando farà un film slegato dai temi Lgbt:

"Le signore mi incontrano e mi chiedono: Ferzan, quand'è che ti decidi a fare un film non gay? A parte il fatto che forse non hanno visto "Un giorno perfetto" o "Cuore sacro", mi domando: perché non chiedono agli altri registi quando si decidono a fare film non eterosessuali?"

Ennio Fantastichini espone il suo pensiero in merito alla questione, ammettendo la difficile situazione che ci circonda:

"C'è una battuta cruciale, un personaggio che dice: "Siamo nel 2010, mica nel 2000". E il senso è che stiamo procedendo all'indietro nel cammino della civiltà. C'è una regressione, e non soltanto per quel che riguarda i diritti dei gay o delle coppie di fatto. Ci stiamo involvendo in tutto, anziché evolvere"

Infine, è Lunetta Savino, nel ruolo della madre, a sottolineare le difficoltà di comunicazione in famiglia:

"L'espressione sorpresa e afflitta con la quale questa madre osserva i suoi figli dei quali non ha capito nulla è un invito a tutti i genitori ad ascoltare i loro ragazzi. Perché soltanto attraverso il dialogo e la comprensione si salveranno, gli uni e gli altri"

Foto | ScreenWeek

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: