Alessandro Preziosi celebra l'amore gay, "quello con la A maiuscola"

Alessandro Preziosi celebra l\'amore gay, \"quello con la A maiuscola\"

Mentre Scamarcio prende le distanze dal suo ruolo, Alessandro Preziosi, co-protagonista del film Mine Vaganti, di Ferzan Okpetek, parla su Vanity Fair del suo ruolo con interesse e curiosità. E partendo da una sua esperienza personale:

"Quel cameriere mi lanciava sguardi così... penetranti. Mi stava spogliando con gli occhi come nessuna donna aveva fatto prima. Come nessuna donna potrebbe fare..."

Lui non ha mai avuto un colpo di fulmine per un uomo, però ne è stato il destinatario, quella sera, in Francia e non lo dimenticherà mai. E parla della sua prima volta, in cui interpreta il ruolo di un omosessuale:

"È la mia prima volta e ne sono stato contento di averlo interpretato. L'ho detto anche a Ferzan: per me, l'amore tra due uomini, al di là della componente fisica che - da eterosessuale- mi rimane un po' difficile da capire, è quello con la "a" maiuscola. Un amore che difficilmente può esistere tra uomo donna"

L'intervistatore indaga, chiedendone il perché e andando a fondo alla sua dichiarazione:

"Perché il rapporto uomo-donna è pieno di precedenti, di sovrastrutture sociali che lo "gonfiano" come un soufflè. Una donna quando ti conosce ti chiede da subito che lavoro fai, da che famiglia vieni. Tra due uomini l'amore è più diretto, potenza allo stato puro in grado di abbattere qualsiasi ostacolo. Pensi a film come Brokeback Mountain o Monster: l'amore omosessuale è fatto di rinunce reali e smussamenti di quell'egoismo sentimentale che ormai è la regola nei rapporti uomo-donna"

Infine, per copione, anche se non c'è nessun bacio con Scamarcio (sono fratelli, ndr), avrebbe preferito comunque baciare qualcuno meno affascinante:

"Sto parlando di fascino, non di bellezza, perchéper me quella maschile non esiste"

Foto | StranoMaVero

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: