Il Maryland potrebbe riconoscere i matrimoni gay celebrati in altri stati

Il Maryland potrebbe riconoscere i matrimoni gay celebrati in altri statiDouglas F. Gansler (in foto), procuratore generale del Maryland, ha affermato che non esiste alcuna obiezione a che i matrimoni tra persone dello stesso sesso celebrati in altri stati siano riconosciuti anche nel Maryland.

La raccomandazione di Gansler non ha valore di legge, ma serve come guida di attuazione per giudici e funzionari dello stato nel solco della non proibizione del riconoscimento delle nozze gay. Le affermazioni del procuratore generale, poi, giungono a poco meno di un mese dalla bocciatura di un progetto di legge (presentato dalla democratica - eppure omofoba – Emmett C. Burns) che intendeva proprio vietare il riconoscimento di tali matrimoni.

Piano piano i diritti di noi gay si aprono la strada. E di questo non possiamo che rallegrarcene, sperando che, prima o poi, riescano a trovare qualche tratturo per infiltrarsi qui da noi...

Foto | Maryland Attorney General

  • shares
  • Mail