All'Eurofestival un rapper insulta i gay e scoppia la bagarre

Si chiama Mario Vaquero, in arte John Cobra. L'altro ieri sera, in diretta tivù spagnola per la cinquantacinquesima edizione dell'Eurofestival, è riuscito a dare il peggio come improbabile rapper e come nuovo artista musicale. Il gala che andava in onda sulla Tve, seguito da circa tre milioni di spagnoli è stato funestato da atti e gesti omofobi che John, dopo la sua esibizione, ha indirizzato al pubblico in sala, facendo scoppiare una bagarre.

Neppure le persone presenti in giuria sono riuscite a calmare Cobra che ha continuato a portare le mani sul sesso e inveito contro i tanti che lo contestavano, gridando: "Mangiatemi il cazzo, finocchi". Gesti inqualificabili davanti alle telecamere.

“Devo chiedere scusa a nome mio e della direzione del programma per quanto è successo”, ha poi detto la giovane conduttrice Anne Igartiburu dopo che Cobra era stato liquidato anche dalla giuria con parole di rimprovero. La televisione, insomma, si fa specchio di una omofobia vergognosa e imperdonabile. Una serata da dimenticare e uno spettacolo vergognoso.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: