Riccardo Scamarcio non è l'ambasciatore degli omosessuali

Locandina del film â��Mine vagantiâ�� di Ferzan OzpetekMine vaganti, il nuovo film di Ferzan Ozpetek, è stato presentato al Festival di Berlino (fuori concorso) proprio in questi giorni. Come sapete in questo film Riccardo Scamarcio interpreta un gay che torna nella propria città e nella propria famiglia, con tutte le implicazioni che questo comporta.

Scamarcio dice che non ha dovuto fare grandi sforzi per interpretare un gay (e Ozpetek conferma, affermando anche che l'appassionata scena del bacio gay di Scamarcio è scivolata via senza intoppi). Poi Scamarcio dice la sua sulla situazione dei gay in Italia e ci tiene a precisare di essere una icona gay:

“Non sono l’ambasciatore degli omosessuali, non credo ne abbiano bisogno, né che siano davvero da difendere. I casi d’intolleranza e violenza ai gay sono ben pochi ormai; si tende a esagerare piuttosto che a vedere la verità delle cose. La nostra è una società libera che sta facendo tanto per evolversi”.

Che dire? C'è chi, come Lella Costa, che se la tira per essere una icona gay e chi, come Scamarcio, che mette subito le mani avanti per evitare che gli venga dato questo titolo. Del resto, come dice lui, la nostra è una società libera che sta facendo tanto per evolversi...

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: