Zelda Rubinstein, protagonista di una delle prime campagne contro l'AIDS dirette alla comunità gay

Zelda Rubinstein, protagonista di una delle prime campagne contro l'AIDS dirette alla comunità gayDi Zelda Rubinstein, recentemente scomparsa, tutti ricordiamo il ruolo di della medium Tangina Barrons nel film Poltergeist. La Rubinstein, però, fu anche una delle primi attrici a scendere in campo in una campagna di prevenzione contro l'AIDS diretta alla comunità gay di Los Angeles.

Nel 1984, infatti, quando nessuna celebrità si voleva sporcare con la peste del secolo, la Rubinstein si fece raffigurare come una madre che si preoccupava del fatto che i propri figli facessero sesso sicuro. Era orgogliosa di essere stata una pioniera sia nella lotta all'AIDS sia in quella campagna che, nella realtà, è stata una delle prime pietre miliari del cammino di presa di coscienza da parte della comunità gay tanto di Los Angeles quanto del resto del mondo.

Dopo il salto trovate la riproduzione di uno di questi manifesti che, sinceramente, mi fa molta tenerezza.

Ciao Zelda. E grazie.

Zelda Rubinstein, protagonista di una delle prime campagne contro l'AIDS dirette alla comunità gay

Via | Dosmanzanas
Foto |Advocate

  • shares
  • Mail