La direttrice dei musei e capo della cultura a Glasgow riceve mail, telefonate e minacce per una mostra sulla Bibbia e l'omosessualità

La direttrice dei musei e capo della cultura a Glasgow riceve mail, telefonate e minacce per una mostra sulla Bibbia e l'omosessualità

La direttrice dei musei d'arte e capo della cultura a Glasgow ha denunciato di ricevere persecuzioni telefoniche ed e-mail d'odio dopo una mostra sull'omosessualità e la Bibbia. Il Dr Bridget McConnell dichiara di essere soggetto ad una personale caccia alle streghe da parte dei gruppi Cristiani per aver permesso che quell'arte venisse ospitata. Una parte della mostra di luglio comprendeva una Bibbia posizionata su uno stand, con penne per i visitatori su cui poter scrivere. Un messaggio diceva: "Se ti senti escluso dalla Bibbia, scrivi il perché in queste pagine"

L'azione è stata vista come un modo per incoraggiare la gente, specialmente i gay e le lesbiche, a contribuire. Tuttavia, molti visitatori ne approfittavano per scarabocchiare oscenità, al punto da dover metterla sotto una custodia di vetro. Ha elencato almeno duemila lettere, e-mail, e telefonate in cui la aggredivano e l'accusavano per la mostra persino attraverso visite nel suo ufficio.

Alcuni hanno persino picchettato fuori dal suo ufficio per protestare ferocemente e per farle perdere il lavoro. Una volta è stata persino allertata la polizia per "seria intimidazione" da parte dei protestanti. Così spiega ai giornali:

"La cosa che è profondamente spaventosa è che loro non sono solo interessati ad esprimere la propria diversa opinione ma vogliono che tu stia in silenzio se non concordi con loro! La minaccia, l'intimidazione e la misoginia in questa situazione è davvero preoccupante. Ricevere tale malignità e aggressioni da parte di sconosciuti è qualcosa che ti fa sentire continuamente in una pubblica esecuzione"

Foto | Glasgow2014

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: