I gay messicani denunciano un vescovo per offese alla comunità glbt

Monsignor Onesimo Cepeda

Noi gay italiani dovremmo prendere esempio dai gay degli altri paesi per chiedere più rispetto. In Messico, per esempio, il vescovo di Ecatepec, Onésimo Cepeda (in foto), è stato denunciato dal momento che le sue dichiarazioni contro il matrimonio gay, oltre ad essere offensive, incitano all'odio e alla discriminazione. Il presule, infatti, aveva scritto sul giornale El Universal che i matrimoni gay di Città del Messico sono una stupidaggine per una semplice ragione:

Non è un matrimonio. Dunque se non è un matrimonio non si può formare una famiglia e se non si può formare una famiglia non si possono avere figli.

Gabriel Gutiérrez García, attivista gay messicano, ha denunciato, pertanto, il vescovo al Consiglio Nazionale per la Prevenzione della Discriminazione dal momento che monsignor Cepeda vuole impedire la libera scelta del coniuge, offendendo e ridicolizzando il collettivo lgbt.

Foto | SDPnoticias

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: