Il Caravaggio di Alessio Boni

Rai Uno ci riprova con l'omosessualità. Nella prossima stagione televisiva è infatti in programma una miniserie in due puntate su Caravaggio. A intepretare il pittore è Alessio Boni. Annunciata anche una versione ridotta per il cinema. La regia è di Angelo Longoni, su sceneggiatura di Andrea Purgatori e Jim Carrington, per una coproduzione di Italia, Francia, Spagna e Germania. Nel cast della fiction trovano posto circa 90 attori europei. A rendere magico il tutto ci pensa la fotografia di Vittorio Storaro, per un "Caravaggio" davvero "fra luci e ombre".

Grande soddisfazione da parte dell'attore, che racconta:

Restando molto vicini alla biografia, abbiamo cercato di rendere tutte le sfumature del personaggio, come il talento, il coraggio, la violenza, la passione, le circostanze della morte e abbiamo sfiorato anche il tema della sua omosessualità.

Nella parte interpretata Boni aggiunge di aver portato

la mia bergamaschità. Anch'io sono di Bergamo, e ci uniscono anche altre coincidenze. Entrambi ci siamo trasferiti a Roma a 21 anni; lui è morto a 39 anni e io ho girato la fiction alla stessa età; lui aveva un fratello prete e ce l'ho anch'io. Speriamo, tutti noi che ci abbiamo lavorato, di essere riusciti ad evocare la grandezza del personaggio.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: