Obama celebra la storia gay negli USA con un video

Dopo le sentenze pro nozze gay della Corte Suprema degli USA, il presidente Obama ha pubblicato un video in cui ripercorre le tappe fondamentali della storia del movimento lgbt.

Barack Obama ha pubblicato un video sul suo sito in cui, celebrando le sentenze della Corte Suprema sul Defense of Marriage Act e sulla Proposizione 8, ripercorre le tappe del movimento lgbt statunitense, dai moti di Stonewall a ieri.

Il video inizia con una frase di Martin Luther King: “L'arco dell'universo morale è lungo ma si piega verso la giustizia” e poi continua con alcune date simboliche della storia dei diritti lgbt:


  • 28 giugno 1969: Moti di Stonewall;

  • 8 novembre 1977: Harvey Milk viene eletto consigliere comunale di San Francisco;

  • 11 ottobre 1987: La Coperta dei nomi formata da pannelli di stoffa della misura di 90x180 cm, cuciti, ricamati e dipinti per ricordare una persona cara morta a causa dell'AIDS. fu esposta a Washington davanti alla Casa Bianca in occasione della "Marcia Nazionale su Washington", marcia organizzata da quasi tutte le associazioni gay americane;

  • 21 dicembre 1993: Il Don’t Ask, Don’t Tell diventa legge;

  • 21 settembre 1996: Il Defense of Marriage Act viene promulgato;

  • 12 ottobre 1998: Matthew Shepard è ucciso perché è gay;

  • 28 ottobre 2009: Obama firma il Matthew Shepard and James Byrd Jr Hate Crimes Prevention Act;

  • 21 settembre 2010: parte il progetto It Gets Better;

  • 22 dicembre 2010: Obama abroga il Don’t Ask, Don’t Tell

  • 23 febbraio 2011: Obama dà chiare indicazioni al Dipartimento della Giustizia perché non considerare più costituzionale il DOMA;

  • 9 maggio 2012: Obama è il primo presidente USA in carica ad affermare che le coppie dello stesso sesso devono potersi sposare;

  • 6 novembre 2012: Tammy Baldwin è la prima senatrice lesbica dichiarata della storia degli USA;

  • 29 aprile 2013: il coming out di Jason Collins;

  • 26 giugno 2013: la Corte Suprema dichiara incostituzionale il DOMA e illegittima la Proposizione 8

Il video si conclude con l’elenco degli stati americani in cui le coppie dello stesso sesso possono sposarsi.

Intanto molte grandi aziende statunitense si stanno congratulando per la sentenza della Corte Suprema. Tra queste segnaliamo Facebook, Instagram, Apple e MasterCard.

  • shares
  • Mail